Pietre Preziose è una rubrichina di cose belle, una lista di dieci meraviglie più una, per riempirci gli occhi e sorridere anche se la giornata è nera. Da piccola avevo questa pietra azzurra, la mia preferita tra i minerali da collezione in edicola il mercoledì, era il mio portafortuna. Voglio che Pietre Preziose sia il tuo.

Stamattina pensavo a Parigi, alle finestre lunghe per far entrare tutta la luce e l’aria possibile. Stavo seduta sul davanzale tra le tende che si muovevano leggere e guardavo fuori e immaginavo le persone negli altri appartamenti, cosa facevano, chi erano, chissà se avevano ancora i piatti sporchi del pranzo nel lavandino. Poi guardavo dentro e c’eri tu sdraiato con gli occhi chiusi e le mani dietro alla nuca, all’improvviso Parigi era un letto matrimoniale con le lenzuola di qualcun altro. Vengo a visitarti.

 

paristhroughpentax67b

 

1. Paris Trough Pentax: scoprire la città attraverso uno schermo.

 

 

MichaelWolf_ParisRoofTops_1

 

2. Michael Wolf, Parigi sui tetti, come gli aristogatti.

 

 

Allan-Deas-1

 

3. Allan Deas, te lo dico, voglio una copertina per il mio quadernino degli indirizzi.

 

 

il_570xN.670551887_1we8

 

4. Le cartoline che hai sempre sognato di ricevere.

 

 

6ddc26791ae6b5e7dfc78b7eb1b79783

 

5. Gail Albert Halaban, le persone dietro le finestre dentro le case.

 

 

 

hqdefault

 

6. Enzo Carella, Parigi.

 

 

-1

7. Transparent City, prendere appunti sopra le strade.

 

 

53etoiles

 

8. Paris vs New York, una delle mie cose preferite di sempre.

 

 

5ml5bc9. Paris 48°50N 2°23E. Ami chiede agli abitanti di disegnare un posto della città che è in qualche modo speciale per loro, poi segue la mappa per arrivare al posto indicato. Un modo bellissimo per scoprire posti nuovi e nascosti, altro che Lonely Planet.

 

 

may2012hellobilly1

10 . Le illustrazioni di Jen Trubert da Hello Billy Come and See Paris (1945).

 

 

64+1. Questa foto invece l’ho fatta io. Il cielo era di nuvole bianche, ma i colori ci passeggiavano vicino.

Vale

 

 

Licenza Creative Commons
lungoibordi.it dilungoibordi.it è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Based on a work at http://www.lungoibordi.it.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso http://www.lungoibordi.it.
CONDIVIDI
Articolo precedentePerché il 14 novembre non ho fatto sciopero
Articolo successivoIsraele – solo ebrei
Alberto Frecina ne scrive: praticamente l’impersonificazione del blogger. Solo quel newyorkese dell’Upper West Side di Manhattan può districarsi al suo pari tra i post di Tumblr. La sesta amica di Sex and city, solo perché le altre le hanno chiesto l’amicizia su Facebook. Lei va a vedersi concerti “non lo so ma belli” e lo shopping lo fa da sola, le altre la inseguono. Tees con dinosauri e sneakers. Le sue collezioni di “cose” nei post in giro per il web sono stilosismo che Carry non potrà mai raggiungere. Ha tempo solo per i suoi collage di video e imprendibili pezzi di web. All'inizio non sai perché li guardi, poi diventa una dipendenza In realtà si chiama Pietro Bembo, non hai capito lo so, proprio questo intendevo. Scrive "Pietre Preziose".