Efeizhit parade n° 1 – estate 2014 by Efeizee on Mixcloud

Era giugno e ti veniva da dire “ma pensa te, è quasi già il tempo di uscire la sera con i pantaloni corti a prendere una granita. Come vola il tempo eh! [Pete Philly & Perquisite – Time flies]”. L’estate è la mia stagione del cuor e mi fa sempre innamorare [Exile – In love]: i vestiti leggeri di giorno e le coperte leggere di notte, le bibite fresche, le pesche appena uscite da frigo, le passeggiate a guardare le stelle con te e chissene se è tardi e domani si va a lavorare, c’è qualcosa di più importante da fare che dormire, i finestrini abbassati e giocare con la mano con le onde del vento, i concerti nei parchi, i raggi di sole che si infilano tra i rami nei boschi e quelli tra i buchi delle tapparelle la mattina presto, le ragazze in canottiera che non lo fai mica apposta a guardarle, è che sono così belle che gli occhiali da sole li hanno inventati per quello (che tanto vi accorgete lo stesso, lo so), i capelli bagnati che mica ti viene il raffreddore e quante altre cose che. Allora arriva luglio e la sera hai ancora la felpa sempre con te, anche se non la indossi, è lì, e speri [Jordan Rakei – Hope] che “vedrai che tra qualche giorno arriva il caldo eh, aspetta [Fkj – Waiting (feat. Madelyn Grant)]”. Allora facciamo che respiro piano e, anche se è martedì sera, me ne sto tranquillo come quando la domenica mattina [Sottotono – Tranquillo rmx] ti svegli presto, che hai ancora tutto il giorno davanti e sai bene cosa fare. Allora fai un giro in centro e ti vorresti dovresti bere un’acqua e menta o un longisland o un tequila sunrise e invece, non capisci perché, hai voglia di un white russian [Suff Daddy – Drinks]; guardi la data sull’orologio, segna che è il 29 luglio, ed il calendario ti farebbe vergognare di ordinarlo [Freddie Gibbs & Madlib – Shame (feat. Bj the Chicago Kid)]. Estate dove sei? Arriva presto, mi manchi davvero [Bo en – Miss you]. Mi si spezza il cuore a vedere il tempo passare così e tu che non arrivi. Ok, due giorni di caldo ci sono stati, ma poi pare che le stagioni siano ritornate indietro [Thundercat – Heartbreaks + Setbacks] ed è ancora aprile con l’ombrello. Estate, ma che estate sei [Bruno Martino – E la chiamano estate]? Facciamo così: facciamo che ora c’è settembre con la vendemmia, poi veloce diventa tutto giallo arancio e marrone ed è subito Santa Lucia Natale Capodanno Carnevale gli scherzi fino al primo aprile. Poi il primo maggio, iniziano i picnic ed in men che non si dica finalmente estate sei arrivata. Io faccio le cose con calma [Mac Demarco – Go easy], tu pensa al resto e a presto.

Carry on and have a smile,
ef

CONDIVIDI
Articolo precedenteFigli di Sakhnin Uniti, la squadra di tutti
Articolo successivoLettera aperta a un compratore di iPhone 6: ecco perché, secondo me, stai abbastanza male (e ci fai del male)
Andrea Nale ne dice: mc, vocalist, beatmaker, dreamer. Ama i dinosauri, i lego, i dinosauri di Lego e il digging musicale nei mercatini virtuali più remoti del web dove trova artisti e suoni che nessuno penserebbe possibili ancora. Spammatore seriale di “frugali adorabilità” e portatore sano di pettinature composte. Quando si arrabbia muove le mani sbuffando e dice “Oh ma che maroni però!”. Cosa mi piace di lui? Che pur conoscendo molto bene più remoti e selvaggi fondamenti dell’hip-hop e della musica elettronica rimane pettinato e composto in una camicia azzurra. Scrive "Efeizhit parade".